4 ottobre 2012

La riflessologia plantare

Il massaggio plantare ha un’origine antichissima, le prime testimonianze attestano  l’uso di tale metodo in Cina e  in India  oltre 5000 anni fa.  In Egitto, nella tomba di Ankhmahor, nota come “la tomba del medico”, è stato rinvenuto un dipinto murale che illustra un trattamento di riflessologia risalente al 2330 a.C.

Dobbiamo i primi studi scientifici sul massaggio riflessogeno del piede  al medico e chirurgo americano William H. Fitzgerald (1872-1942).  L’inizio delle sue ricerche in questo campo fu quasi casuale  ,scoprendo   l’ effetto antidolorifico dei punti riflessi collocati sulle mani e sui piedi , la cui stimolazione  consentiva di eseguire piccole operazione al naso o alla gola senza l’ utilizzo di anestetici .

La riflessologia plantare si diffuse rapidamente negli Stati Uniti e in seguito in Europa .

Oggi il valore terapeutico del massaggio zonale è ampiamente riconosciuto nel mondo occidentale

Somatopie : proiezioni dello schema corporeo sul piede

Tutto il corpo umano è sede di punti riflessi che è possibile stimolare per lenire dolori e tensioni.

Il massaggio zonale riflesso  stimola la circolazione sanguigna e linfatica, contribuendo all’eliminazione delle tossine.

 Riduce la tensione muscolare alleviando i dolori articolari ,responsabili di  mal di schiena, artrosi cervicale, lombalgie ed emicranie

Dopo una seduta di riflessologia plantare si percepisce una  piacevole sensazione di rilassamento e benessere

Tutti possono trarre enormi benefici dalla Riflessologia planare per rilassarsi , alleviare i sintomi dei disturbi piu’ comuni e migliorare la qualita’ della vita

Corso di base di Riflessologia  plantare

lunedì 19 novembre ( ore 10 – 19 )

CSB Bologna

Il corso, a carattere pratico ,consente all’ allievo di eseguire un trattamento generale completo  di riflessologia con competenza e professionalita’

 Corso di riflessologia plantare CSB Bologna